Brera

23/05/2018

Brera


no, non sto parlando di un atelier di moda, sto parlando di un piccolo negozio in zona Brera, e della sua proprietaria, Mara Maria, donna dai capelli di fuoco e dall'animo gentile.

Mi racconta del gusto di ridare valore ai gioielli che già si posseggono, alle cose che ci hanno accompagnato negli anni e che ora sono un po' lasciate in disparte, di questo ri-uso, termine un po' abusato ma ancora valido,

Le chiedo come è nata l'idea e lei mi mostra due collane che non venivano più indossate dalla proprietaria e alle quali dona una nuova vita, un nuovo significato, smontandole e riassemblandole con l'aggiunta di qualche piccolo tesoro che estrae dai cassetti di un antico mobile cinese. Con poche parole, ma mostrando con i fatti il risultato di questa sua creatività, muove le sveltamente le mani spostando un opale, o unendo un cristallo ad un onice, fino a che il suo senso estetico rimane appagato.

Le domando allora se in questa ri-creazione debba valere solo il suo senso estetico ma lei ne rimane quasi scandalizzata e scuote i suoi rossi capelli, e dice che sia il punto di partenza che quello di arrivo devono coincidere e che è ovvio il fatto che il nuovo gioiello sia assolutamente personale, creato su misura per la persona che lo indosserà in qualche occasione particolarmente importante oppure quotidiana. Mi racconta di come sia possibile essere aiutati da un accessorio "giusto" a mostrare sia il nostro passato che il nostro ideale di futuro, attraverso un "presente" fatto di ricordi e di speranze.

Collane come quadri, pezzi unici da indossare, bracciali sottili o esagerati, che si muovono con armonia su ogni tipologia di polso, come se fossero cuciti addosso, ecco il perchè del nome.

E poi si ferma, quasi immalinconendosi, e abbassando il tono di voce mi dice che ora anche per lei e per il suo negozio è tempo di inventare qualcosa di nuovo, qualcosa di diverso, una modalità ancora non ben definita di ri-usarsi.

Io non capisco e lei prosegue dicendo che chiuderà a breve il negozio ma che non lascerà nè le sue clienti affezionate, nè la sua passione di creatrice di gioielli, giusto il tempo di ridefinire i contorni e poi sicuramente ci saranno altri gioielli in altre modalità. Modalità nuove di un'arte antica.



Articoli recenti


Innamorarsi a Venezia

Pubblicato il 24/11/2018

Quello che amo

Pubblicato il 22/10/2018

Brera

Pubblicato il 23/05/2018